Una breve «spiegazione» dell’emendamento

Un punto importante (a parte la questione dei «rogitati», piuttosto chiara nella sua definizione) è rappresentato da coloro che hanno subito il fallimento in data successiva all’entrata in vigore della legge. In questa categoria non rientrano, ovviamente e giustamente, coloro che hanno subito, o subiranno, il fallimento di un’impresa che doveva applicare la fideiussione e non l’ha applicata.
Come si ricorderà il dlgs 122 stabiliva l’applicabilità della nuova disciplina a tutte le iniziative che hanno chiesto autorizzazione successivamente al 21 luglio 2005. Pertanto coloro che saranno coinvolti nel fallimento di imprese che dovevano applicare la legge e non lo hanno fatto non avranno i requisiti per accedere all’indennizzo del fondo.
Ritengo questa norma importante anche ai fini della responsabilizzazione degli acquirenti che devono sapere dei loro diritti e devono farli applicare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...